Produzione di Vini Marchigiani

Produzione di Vini Marchigiani

Le Marche, dagli appennini al mare, sono un vigneto variegato in grado di offrire eccellenti vini bianchi e rossi, una sfida enologica ricominciata dal Verdicchio dei Castelli di Jesi.
Negli ultimi 20 anni l’enologia e il vino italiano hanno visto un notevole progresso e i vini di ogni regione hanno mostrato sempre più qualità: caratteristica a volte dimenticata a favore della quantità.
Sono molte le regioni italiane che nella scia di questo rinnovamento e miglioramento si sono affidate a uve del proprio territorio andando così ad incrementare la qualità. Le Marche è la regione che senza dubbio si è affidata di più alle proprie uve e ha voluto valorizzare la sua uva più importante e famosa: il verdicchio che poi è diventato uno dei vini bianchi di maggiore spicco. Un successo che è poi arrivato anche per i vini rossi come conero, il rosso piceno e la lacrima.


Le origini della viticoltura e della produzione di vini marchigiani si fanno risalire all’epoca etrusca fra il decimo e l’ottavo secolo a.C., quando si diffuse il caratteristico sistema colturale della vite maritata – nelle Marche chiamato anche “a folignata” – che consisteva nell’utilizzare un albero ad alto fusto sul quale fare arrampicare la vite.
Il territorio delle Marche offre una variabilità di paesaggio piuttosto ampia. La parte occidentale della regione è caratterizzata dagli appennini e procedendo verso est, dopo avere attraversato territori di tipo collinare divisi da valli, si raggiunge il mare Adriatico. La coltivazione della vite nelle Marche riguarda prevalentemente le aree collinari e le varietà principalmente presenti nei vigneti sono Verdicchio, Trebbiano Toscano, Montepulciano e Sangiovese.  Le uve a bacca bianca prevalentemente coltivate nelle Marche sono Verdicchio, Trebbiano Toscano, Bianchello, Maceratino, Pecorino e Passerina; mentre le uve rosse più tipiche includono Montepulciano, Sangiovese e Lacrima.

Piersanti: Produzione di vini marchigiani

Nel cuore delle Marche, nel 1955 nasce l’azienda vinicola Piersanti che con passione e dedizione si dedica alla produzione di vini marchigiani da oltre cinquant’anni.
La gestione familiare e la grande esperienza acquisita nel tempo consente all’azienda di offrire prodotti di alta qualità a prezzi molto ragionevoli.

Azienda vinicola Piersanti, i suoi prodotti

  • Verdicchio dei Castelli di Jesi è sicuramente il vino di spicco dell’azienda, un D.O.C. di colore giallo paglierino, a volte con sottili sfumature verdi che volgono al dorato con la maturazione. All’olfatto delicato, con una fragranza fresca e persistente di frutta e fiori e sentore di mandorle amare. Abbinable con piatti a base di pesce, carni bianche, antipasti e primi piatti.
  • Bianchello del Metauro, un vino dal colore giallo paglierino con sfumature verdi. La freschezza e vivacità del primo periodo accentuano trasparenza e riflessi vincenti. Odore tenue, delicato e abbastanza persistente, ricorda la frutta fresca ed i fiori bianchi primaverili. Sapore secco, fresco, armonico e gradevole. Eccellente per antipasti, minestre e pesce. Ottimo fuori pasto come dissetante.
  • Falerio, di colore giallo paglierino tenue. Lievemente profumato, odore fresco di pomacee verdi e fiori di acacia e pesco. Sapore secco, sapido, armonico e leggermente acidulo. L’insieme
    olfattivo-saporifico-tattile soavemente si dilegua fra sottili, gradite percezioni
    pseudodolci e amare. Eccellente come aperitivo; suadente con molluschi e crostacei. Offre un delizioso connubio con le olive verdi all’ascolana appena fritte.
  • Passerina ha colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. All’odore presenta un fruttato elegante con sentori di mela e fiori. Il sapore secco e gradevolmente acidulo. Di buona persistenza aromatica mantiene il suo aroma caratteristico anche dopo due anni dalla vendemmia.
  • Pecorino Giallo paglierino con sfumature dorate e riflessi verdognoli. Floreale con sentori di acacia. Profumi di frutta tropicale gradevole ed accattivante.Sapore pieno, buona struttura e lunga persistenza con note minerali, che caratterizzano questo vino.Ideale con tutti i piatti di pesce. Si accompagna bene anche con piatti delicati e carni bianche.

Tra i vini rossi:

  • Rosso Piceno: di colore Rosso Rubino tendente all’aranciato con la maturazione (al terzo anno). All’olfatto intenso e persistente con sentori di frutta rossa, ciliegia e marasca. Gradevole, vinoso, sapido, armonico ed asciutto, la persistenza gustativa ricorda sapori di frutta prugne e fiori rossi ed è ottimo con arrosti, cacciagione, formaggi ed in genere per piatti dal sapore accentuato. Minestre di notevole struttura, legumi, zuppa di pesce.
  • Rosso Conero: Colore rosso rubino intenso, limpido e brillante, con sfumature violacee. Volge al granato con la maturazione. Sapore sapido, armonico, asciutto, secco e ricco di corpo, tendente all’amarognolo. Con la maturità acquisisce morbidezza. E’ ideale con piatti dal sapore accentuato, arrosti di carni bianche e rosse, cacciagione e formaggi.

 

  • Lacrima Agreste: Colore rosso rubino carico, con sfumature violacee nel primo periodo. Odore gradevole, intenso, persistente e fruttato. Ricorda frutti rossi anche di bosco.Sapore gradevole, asciutto, sapido e morbido. Eccellente vino per carni, salumi, formaggi e primi piatti forti marchigiani. Ottimo vino anche da fine pasto. La tendenza è di berlo giovane (profumo e sapore vivaci). Può anche essere moderatamente invecchiato per 2 o 3 anni (profumo e sapore prendono sensazioni floreali di ginestra, erica e mirtillo).

Se si desidera degustare la produzione di vini marchigiani presso la sede Piersanti ed immergersi nell’atmosfera calda e famigliare che contraddistingue questa azienda, scrivete una mail a [email protected] e verrete ricontatati entro 24/48 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *