Verdicchio delle marche: l’eccellenza in bicchiere

Il Verdicchio delle marche è tra i più riconosciuti e apprezzati in Italia e nel mondo.
Sempre più locali, infatti, propongono questo vino per accompagnare ogni tipologia di piatto, dal più semplice fino al più raffinato.

Il Verdicchio delle marche: come fare la differenza

Una delle caratteristiche più rilevanti del Verdicchio delle Marche, è proprio il terreno in cui viene coltivata la sua uva.
UpIl suo territorio collinare, infatti, influenzato dalle correnti provenienti dal Mar Mediterraneo, permettono alle viti di ottenere il giusto grado alcolemico. Un retrogusto unico nel suo genere,  leggero ma intenso.

Verdicchio delle Marche: quali sono le norme per la viticoltura?

Per ottenere la denominazione di Verdicchio dei castelli di Jesi, è necessario che i vigneti siano quelli tradizionali.
Ogni anno prima della vendemmia, la regione Marche può stabilire un massimale di produzione per ettaro, il quale può risultare più basso a quello stabilito dal presente disciplinare, comunicandolo all’ organo competente.

Le uve destinate alla vinificazione, devono assicurare ai vini a denominazione di origine controllata “Verdicchio dei Castelli di Jesi” i seguenti titoli alcolometrici volumici naturali minimi:

Verdicchio dei Castelli di Jesi 10,50 % vol.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico 10,50 % vol.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Clas. Sup. 11,50 % vol.

Verdicchio dei Castelli di Jesi Spumante 9,00 % vol.

Verdicchio dei Castelli di Jesi passito 15,00% vol (dopo l’appassimento)

L’azienda vinicola Piersanti cura con estrema dedizione i suoi vigneti.

La passione per il buon vino, iniziata già nel 1955, ha permesso di posizionarsi nel mercato con le sue produzioni, tra cui l eccellente verdicchio delle Marche.
Vorresti degustare il Verdicchio delle marche immerso nella natura? Vuoi conoscere ogni singolo dettaglio delle nostre produzioni? Ed entrare nel vivo della nostra azienda? Contattaci! O consulta il nostro catalogo online!

 

 

Fonti:

https://www.regione.marche.it/portals/0/Agricoltura/OCMVino/DM_2011_24457/DOC%20Verdicchio%20dei%20Castelli%20di%20Jesi.pdf

Vini delle Marche: un’eccellente esperienza sensoriale

Una delle bellezze che caratterizza gli italiani è sicuramente il piacere di stare a tavola. Il tutto, però, viene reso ancor più sublime se accompagnato dai vini delle Marche, regalando un piacere senza tempo.

Vini delle Marche: i migliori in Italia

Tra le eccellenze italiane riconosciute in tutto il mondo, troviamo principalmente l’altissima qualità dei vini proposti.

I vini marchigiani non solo ne fanno parte, ma addirittura sono tra i migliori del Bel Paese. Bianco o rosso, leggero o corposo, per ogni momento i vini delle Marche sanno come contornare al top ogni momento, pensato appositamente per ogni situazione.

Vini delle Marche, la qualità che nasce dal giusto clima e territorio 

Ciò che porta i vini delle Marche ad essere un’eccellenza, è sicuramente il territorio in cui ne vengono coltivate le viti. Il terreno collinare e il Mare Adriatico con il suo microclima, infatti, rendono perfetta la sua maturazione. In questa regione il piacere del bere bene nasce addirittura con le prime coltivazioni svolte dagli etruschi.

In base all’esposizione alla luce e alla temperatura, i vini acquisiranno caratteristiche rilevanti differenti.

Nello specifico, possiamo differenziare l’esposizione delle viti in due macro gruppi:

  • A sud e a ovest, porteranno ad avere un prodotto principalmente dolce e con un tasso alcolico rilevante, grazie all’esposizione ad una luce importante
  • A nord e ad est presentano, principalmente, un’aroma che richiama il profumo dell’uva in quanto più freddi e leggeri.

Tali caratteristiche sono di rilevante importanza per stabilire se saranno classificati come DOC o DOCG. La straordinarietà dei vini delle Marche è il riuscire ad offrire entrambi i prodotti, grazie alla diversità territoriale che presenta la regione.

Vinitaly: gli esperti del settore propongono i vini delle Marche

L’eccellente azienda marchigiana Piersanti, anche quest’anno ha proposto l’altissima qualità della propria produzione.

Tra i migliori vini delle Marche proposti e confermati dall’altissima richiesta da parte di tutto il Paese troviamo:

  • Pecorino Agreste
  • Verdicchio Superiore Agreste
  • Rosso Conero Raphael
  • Lacrima Agreste
Per conoscere ogni dettaglio della nostra produzione, richiedici maggior informazioni attraverso i nostri contatti

 

 

 

Fonti:

https://www.vinitalyclub.com/it/esplora/blog/guida-al-vino-delle-marche

http://discettatorierranti.altervista.org/esposizione-e-terreno-i-segreti-della-vigna/?doing_wp_cron=1555335528.2173988819122314453125

http://www.assovini.it/italia/marche/item/87-i-vini-della-regione-marche

La produzione Verdicchio è patrimonio delle Marche

La produzione del Verdicchio anche nel 2018 ha raggiunto grandi traguardi.

Il più noto vino bianco marchigiano che lo scorso anno ha festeggiato i 50 anni della sua Doc, resta ancora il vino più premiato dalle guide, come attestato dall’Instituto Marchigiano di Tutela dei vini.

produzione-verdicchio

I successi marchigiani

In generale i vini bianchi delle Marche hanno saputo conquistare il palato dei consumatori (italiani e stranieri) grazie alla particolarità dei vitigni, agli aromi decisi e inconfondibili  e al territorio marchigiano che consente una produzione di alta qualità.
Lungo le colline, infatti, il sole e il clima della costa adriatica consentono di esprimere alte gradazioni zuccherine e delicati profumi.

Fattori che si sono rivelati indispensabili per il raggiungimento del successo fino ad oggi.

Ed è così che nel 2018 sono stati conferiti dei premi a Verdicchio dei Castelli di Jesi, Verdicchio di Matelica, Castelli di Jesi Verdicchio Riserva e Verdicchio di Matelica Riserva.

Tra i principali riconoscimenti rientrano:

  1. Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso 2018
  2. Bibenda 2018
  3. Guida Vinibuoni d’Italia 2018
  4. Slow Wine 2018
  5. Guida I Vini di Veronelli 2018
  6. I Vini d’Italia – Le Guide de l’Espresso 2018
  7. Guida essenziale dei vini d’Italia 2018
  8. Guida Vitae Ais 2018

2019: l’anno della svolta per il Verdicchio

Negli ultimi anni la produzione del Verdicchio è cresciuta e il prodotto ne ha guadagnato in qualità, reputazione, immagine e volumi. Non ha ancora lo spazio che merita sugli scaffali, ma il 2019 potrebbe essere l’anno della svolta.

Numerosi saranno gli eventi e le fiere a cui l’azienda Piersanti Vini, punto di riferimento sia nel territorio che nel mercato, prenderà parte per promuovere questa eccellenza, non solo a livello nazionale.

Dunque un grande traguardo raggiunto che pone le basi ideali per un’altra annata di successo targata 2019.

Per restare aggiornati…

Per scoprire gli Eventi e le Fiere e conoscere tutte le Novità più interessanti, vi invitiamo a visitare il nostro sito dalla nuova veste grafica che rende la navigazione più facile e interattiva.

E per tour di degustazioni saremo felici di accogliervi presso la nostra azienda.

Scirveteci tramite l’apposito modulo disponibile online.


FONTI:
https://www.mymarca.it/it/taxonomy/term/20/store/enoteca/vini-bianchi-delle-marche
https://imtdoc.it/guide-vini-2018-verdicchio/
vini-delle-marche

Piersanti si racconta: i vini delle Marche

Il territorio delle Marche si presta particolarmente bene per la produzione dei vini e i risultati raggiunti con i vari premi ottenuti nel tempo ne dimostrano a pieno la qualità e l’originalità del gusto.

19.000 ettari vitati sono quasi totalmente in zone collinari che assicurano una produzione superiore al milione di ettolitri di vino all’anno. La maggior parte di vitigni sono a bacca bianca, come il celebre Verdicchio dei Castelli di Jesi, uno tra i più noti vini delle Marche dall’inconfondibile colore paglierino e il gusto forte e deciso. In totale la regione annovera 5 DOCG, 15 DOC.

Conoscere il territorio marchigiano e le sue aree vinicole

Il territorio delle Marche è suddiviso in 8 zone.

  1. Metauro (vitigno Biancame, Bianchello del Metauro DOC)
  2. Colli Pesaresi (con vitigni Bianchello e Sangiovese).
  3. Castelli di Jesi (Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC e Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva DOCG).
  4. Matelica (Verdicchio di Matelica).
  5. Conero (vini rossi come Conero DOCG).
  6. L’area appenninica di Serrapetrona è nota per i vini spumanti a base del vitigno Vernaccia Nera.
  7. Macerata (Colli Maceratesi DOC).
  8. Colli del Tronto e i Colli Ascolani sono conosciuti per il Rosso Piceno DOC (vitigno Montepulciano) e il Falerio DOC (vitigni Trebbiano ToscanoPasserinaPecorino).

 

Vini delle Marche premiati dalle guide più autorevoli

  • Tre Bicchieri del Gambero Rosso: 21 svini marchigiani premiati, di cui 15 Verdicchio
  • Cinque Grappoli invece ha riconosciuto 31 vini tra cui Verdiccchio, Pecorino di Offida, 3 di Rosso Conero Riserva, 1 di Rosso Piceno e 1 di Lacrima di Morro d’Alba
  • Slow Wine ha premiato invece 39 vini con Verdicchio e Pecorino che primeggiano.

Piersanti Vini, con la sua esperienza pluri-decennale offre prodotti di elevata qualità a prezzi ragionevoli. Potete trovare le eccellenze marchigiane fino ad ora citate sul nostro sito https://www.piersantivini.com/catalogo/ e per assaporare i nostri prodotti venite a trovarci, un percorso di degustazione vi aspetta!

 

 

FONTI:

Marche