Verdicchio d’oro in un anno nero

Nell’anno più nero del vino (non solo italiano), volano i bianchi simbolo marchigiani: il verdicchio delle Marche ha chiuso il 2020 con un incremento esponenziale dell’imbottigliato, segnalato a Valoritalia rispettivamente a +36,9% e 14,8%. Un risultato senza precedenti nella storia recente delle due produzioni. E la conferma di una regione Marche sempre più a trazione bianchista.

Nel 2020, l’imbottigliato i Castelli i Jesi ha sfiorato i 190 mila ettolitri tra Doc e Docg, 51 mila in più rispetto al 2019. Nell’insieme, rileva l’Istituto marchigiano di tutela vin, l’export ha tenuto grazie a un balzo della domanda nel primo quadrimestre 2020, mentre è cresciuto molto il mercato interno, in particolare nella seconda parte dell’anno, grazie al cambio di rotta operato dalle aziende produttrici come la Piersanti Vini quando sono state private del canale naturale di sblocco della ristorazione.

Sviluppo della vendita diretta, i quella di prossima, e-commerce e soprattutto riposizionamento sulla Gdo di alcuni brand di alta qualità: queste le quattro mosse vincenti ei produttori, che hanno traghettato il Verdicchio delle Marche fuori dal pericolo crisi.

“Il Verdicchio delle Marche” raccoglie ciò che ha seminato negli ultimi 10 anni.

Piersanti Vini, Presentazione Aziendale

L’azienda nasce nel 1955 con Giovanni Piersanti e i due figli Carlo e Silveria in uno scantinato dove con passione e dedizione imbottigliavano spumante (che in quel periodo era il prodotto più in voga) di due tipi: bianco e rosso.

Negli anni ottanta, con l’inserimento in azienda dei figli Giuliano ed Ottavio, seguendo con attenzione le ultime evoluzioni del mercato vinicolo l’azienda focalizza la produzione nella vinificazione del Verdicchio dei Castelli di Jesi che in poco tempo diventerà il cavallo di battaglia.

Vini delle Marche per brindare alla primavera

Quale modo migliore per brindare alla stagione primaverile se non con i vini delle Marche?

Un’esperienza unica di degustazione

Gli esperti lo definiscono “Marche Tasting”, ovvero l’opportunità di poter assaporare e apprezzare a pieno l’aroma dei vini più pregiati delle colline marchigiane.

Rosso Conero, Verdicchio dei Castelli di Jesi o di Matelica, Vernaccia o Pecorino di Offida, bianchi o rossi, fermi o frizzanti: sono tantissime per accontentare il vostro palato. Un tuor di degustazione presso l’azienda vinicola Piersanti può sicuramente essere un’esperienza unica, che porta al contatto con la natura, il paesaggio e la tradizione vinicola locale.

Allora cosa c’è di meglio di una calda giornata primaverile e un tour di degustazione di vini che partire proprio dalle Marche?

Piersanti e i vini delle Marche

Con più di mezzo secolo di storia enologica, Piersanti anche quest’anno offre un tour di degustazioni per far conoscere i prodotti e le eccellenze del territorio e promuovere il buon nome dell’azienda.

vini-delle-marche

 

Se non avete ancora avuto l’occasione di provare i nostri prodotti non potete lasciarvi sfuggire questa occasione.

Basta richiedere informazioni nell’apposito modulo che trovate sul nostro sito. Non vediamo l’ora di accogliervi nella nostra azienda, con tante novità e tanti vini delle Marche da farvi assaporare.

Verdicchio Castelli di Jesi in festa: 50 anni Doc

Non si ferma il prestigio del più noto vino bianco marchigiano. Verdicchio Castelli di Jesi festeggia i 50 anni della sua Denominazione di Origine Controllata.
Il noto vino bianco marchigiano sta vivendo un momento felice e le parole di Alberto Mazzoni dell’Istituto Marchigiano di Tutela dei Vini ci mostra una situazione florida in poche cifre:

Continua a leggere “Verdicchio Castelli di Jesi in festa: 50 anni Doc”